Skip to Content

Ricerca con Google: Alberto risponde! [5]

febbraio 18, 2009 • Alberto

GoogleLogo.gifUn altro post con le domande che mi formulate indirettamente cercando con Google.

Come sempre seguono le domande e le risposte:

p2p senza ip pubblico

Il p2p è scambio tra pari (peer to peer) e quindi necessita, oltre di poter scaricare dagli altri, di poter mettere in condivisione. Per fare questo si deve essere visibili in internet e quindi serve un ip pubblico. Il caso emblematico è Fastweb: niente ip pubblico e quindi p2p monco. L’unico p2p completo, in Fastweb, è quello fatto solo tra utenti Fastweb.

Non che senza ip pubblico non si possa usare programmi p2p ma si hanno delle limitazioni.

asterisknow virtuale

Non sono sicuro che volesse cercare un centralino VoIP virtuale ma io l’ho capita così. Per non dover avere una macchina in casa con sopra AsteriskNow, come Elastix o altri centralini VoIP ma avere comunque un centralino VoIP io suggerisco l’ottimo (e gratuito) centralino virtuale di LiberailVoIP.

telecom mantenere numero cambiando sede

Mi risulta sia un operazione fattibile e anche normale. E’ a pagamento. Se invece sfruttaste l’occasione per passare al VoIP potreste equipaggiare la nuova sede con un sistema VoIP e, una volta terminato e testato il tutto, chiedere la portabilità del/dei numero/i.

Portabilità successiva: quasi ci siamo!

febbraio 2, 2009 • Alberto

Portabilità successivaLa portabilità successiva del numero di telefono fisso è un mio vecchio cavallo di battaglia ma questa volta mi sono fatto fregare.

Sul forum di NGI Rasky e gabbo85 mi fanno notare che c’è un importante aggiornamento, ovviamente positivo, del quale non ero a conoscenza.

Fino a poco tempo fa la portabilità successiva, cioè quella che vorrebbe effettuare dopo che già se n’è effettuata una, era sostanzialmente impossibile nonostante le norme parlassero di un obbligo da parte degli operatori.

La buona notizia è che EuteliaVoip sembra poterla realizzare a patto che il numero da portare sia originario Telecom Italia (è il caso più comune) e un altro dettaglio tecnico relativo al codice di migrazione.

Per fare un esempio se un utente ha portato il proprio numero di telefono fisso Telecom Italia verso Fastweb e poi decide di effettuare la portabilità successiva verso EuteliaVoip ora può.

Sembra essere una procedura un po’ manuale ma è sempre meglio di niente!

La concorrenza vera che si creerebbe con una reale e funzionante portabilità successiva aiuterebbe ad abbassare ulteriormente il costo delle chiamate dal telefono fisso (VoIP, ovviamente) e questo penso che piaccia a tutti.

Appena avrò occasione di provare (magari presso qualche mio cliente) questa novità vi aggiornerò: se qualcuno di voi ha già fatto la mitica portabilità successiva me lo dica qui in un commento o via e-mail

Ricerca con Google: Alberto risponde! [1]

settembre 10, 2008 • Alberto

GoogleLogo.gifVisto che ogni tanto trovo dei visitatori di questo blog che arrivano avendo cercato una risposta ad una loro domanda su Google e che, alle volte, la risposta è semplice ma non c’è nel mio blog inauguro questo post aperiodico.

Ecco alcune domande seguite dalla mia risposta.

costo number portability eutelia

E’ gratis. Altri gestori VoIP la fanno pagare EuteliaVoip no.

1200 nokia problemi

Tra mia moglie e i miei genitori ne ho visti all’opera un po’ e non ho riscontrato problemi: è un telefono estremamente basilare ma con alcune chicche (tipo la torcia led) e il poco che fa lo fa bene.

configurare elastix con skypho

Ostico, veramente ostico. Esistono alcune spiegazioni su come fare ma il concetto è che EuteliaVoip (prima chiamata Skypho) pare essere veramente difficile da usare con linee sotto Asterisk. Il problema risiede nel vostro router: in particolare in alcuni dettagli su come il router gestisce le comunicazioni. Per aggirare il problema potreste registrare il numero EuteliaVoip su LiberailVoIP (un centralino virtuale gratis) e usare l’interno di LiberailVoIP in Astersk. Non è molto elegante ma funziona (l’ho provato personalmente).

commenti su adsl eolo

Io ne parlo spesso ma, essendo rivenditore potrebbe sorgervi il dubbio che sia di parte quindi vi suggerisco la sezione EOLO del forum di NGI dove troverete anche clienti con problemi e come gli altri utenti o lo staff li hanno aiutati a risolverli.

fa male il bluetooth?

No. Per lo meno non ci sono evidenze in tal senso. Così come non ce ne sono riguardo ai cellulari, al WiFi e a molto altro ancora. Il principio di prudenza dice di fare a meno delle onde radio quando ci sia la possibilità di cablare ma se, ad esempio, parliamo di auricolari bluetooth io preferisco la bassissima emissione del bluetooth nell’orecchio piuttosto che appoggiare l’antenna del cellulare all’orecchio: è più prudente.

Per questa volta direi che basta. Voi che invece mi leggete regolarmente volete sottopormi qualche domanda?

Portabilità del numero fisso sul mobile o su VoIP?

gennaio 3, 2008 • Alberto

CellulareLeggo interessanti considerazioni di Yari Barnabino su onevoiceoverip: pone l'interrogativo sul reale futuro della portabilità del numero fisso verso un numero VoIP rispetto alla recente portabilità del fisso verso un cellulare.

Trovo condivisibile l'affermazione che per l'utente medio sia più funzionale concentrare tutto sul cellulare ma in questo modo si perde la connessione ad internet!

Il fatto di considerare un costo esagerato quello di una ADSL Naked (senza fonia) che servirebbe per portare il proprio numero fisso su un numero VoIP e quindi eliminare la linea telefonica tradizionale è tristemente vero. La recente approvazione dell'offerta Bitstream di Telecom Italia da parte di Agcom non lascia ben sperare: in quella marea di numeri mi è parso di notare che il canone per le linee Naked è ancora elevato (quasi 10 Euro).

D'altronde se elimini la linea telefonica e sposti tutto sul cellulare non puoi certo farti una linea ADSL Naked altrimenti ritorni a pagarti quasi interamente il vecchio canone quindi sei costretto a non usare internet. Farlo attraverso una connessione con il cellulare è ancora quasi improponibile per via di prezzi da rapina.

E' quindi realmente saggio trasferire il proprio numero di casa sul cellulare e chiudere la linea telefonica fissa rinunciando ad internet?

E' questo il futuro che vogliamo?

Non dico che chi non ha mai (o quasi mai) usato internet non debba sfruttare questa opportunità e continuare a non usare internet ma credo che a monte ci debba essere una politica che incentivi la diffusione di internet in quanto lo ritengo uno dei principali motori dello sviluppo sostenibile di una nazione!

(Yari Barnabino scrive anche sul suo blog personale: scrivi vero? Non fermarti eh? 😉 ) 

Disdire Telecom e vivere felici: mini guida per farlo.

novembre 19, 2007 • Alberto

Colpa di Telecom Italia?Se siete affascinati dall’idea di abbandonare Telecom Italia, disdire e smettere di pagare l’odiato canone ho pensato di riassumere quello che serve. In realtà è un mio lettore (Grazie Donato!) che me lo ha richiesto e quindi l’idea è merito suo 😉

Questa sarà una mini guida basata soprattutto link ad altre cose che ho già scritto.

I passaggi per smettere di ricevere fatture da Telecom Italia, a grandi linee, sono i seguenti:

  1. Dotarsi di una ADSL su cavo dati (con la quale pagherete in realtà quasi tutto il canone che volevate evitare).
  2. Aprire un account con un gestore VoIP che permetta la portabilità del numero.
  3. Testare la perfetta funzionalità della nuova linea VoIP (dotandosi dell’adeguato hardware)
  4. Richiedere la NP (Number Portability: portabilità del numero)
  5. Vivere felici 🙂

Ora i riferimenti e i dettagli per i punti sopra.

L’ADSL deve necessariamente essere di qualità elevata altrimenti non avrete mai una fonia VoIP accettabile. Deve essere indipendente dalla linea telefonica e quindi deve essere su cavo dati oppure (meglio) interamente su rete di un gestore alternativo a Telecom Italia. In questo caso quasi sempre vi proporranno anche la fonia: basta che l’offerta sia priva di costi fissi (o con costi fissi tra fonia e ADSL sufficientemente bassi per la propria esigenza) in modo da potersi permettere di non usare la loro fonia (di solito più cara di soluzioni VoIP scelte in proprio).

Se invece la vostra tipologia di uso del telefono è perfetta per quello che vi offrono allora averete finito la ricerca e non avrete bisogno di altro.

Insieme alla linea c’è bisogno di hardware adeguato in modo da avere una ottima qualità delle chiamate VoIP.

A seconda dei casi (ADSL su cavo dati, ADSL in ULL, modem fornito dal ISP o no) le soluzione hardware da adottare saranno di diverso tipo… a questo mondo non c’è nulla di facile eh?

L’account VoIP da scegliere è importante: ce ne sono di ogni tipo. Addirittura alcuni permettono di chiamare quasi gratis a scapito della qualità della voce. Io, attualmente, uso e consiglio EuteliaVoIP. Non mi sponsorizzano per dirlo (nel caso voleste farlo, cari amici di Eutelia, sapere dove trovarmi 🙂 ), semplicemente mi trovo bene.

Se volete fare questo grande passo dovete conoscere i vantaggi che il VoIP vi potrà dare ma essere consapevoli che non necessariamente, per la vostra tipologia di uso del telefono e della connessione ad internet, questo comporti necessariamente un risparmio economico.

Tenete presente anche che la situazione attuale sulla portabilità del numero ha dei difetti non da poco: la portabilità successiva alla prima del proprio numero di telefono è praticamente impossibile.

Da Vira a EuteliaVoip: istruzioni dettagliate

ottobre 31, 2007 • Alberto

Portabilità successivaCome avevo anticipato qualche ora fa ho ricevuto comunicazione ufficiale dal servizio clienti EuteliaVoIP riguardo alla mia richiesta di portare su di loro il mio numero originario Telecom Italia successivamente portato Vira.

E’ fattibile; mi hanno risposto così:

Number portability  Vira – Intratec S.p.A  /  EuteliaVoip

Gentile Cliente,
La ringraziamo per l’interesse rivolto ai servizi EuteliaVoip.

In merito alla Sua richiesta , Le confermiamo che e’ possibile richiedere la number portabilità, su numerazioni EuteliaVoip, di numerazioni *Vira – **Intratec S.p.A *solo se* *originarie Telecom.

Le ricordiamo che per usufruire del servizio voip di EuteliaVoip é necessaria una linea ADSL .

Per procedere con la richiesta, in allegato alla presente e-mail, Le inviamo il modulo per la richiesta di spostamento della numerazione *Vira – **Intratec S.p.A a EuteliaVoip.*

La invitiamo a compilarlo e firmarlo e a inviarcelo con tutta la documentazione richiesta.

Puo’ inviare tutta la documentazione, rispondendo alla presente email, allegandola in formato pdf

Oppure

via fax al nr. (39) 02-42108056, indicando chiaramente, nel fax , l’email del Suo account Euteliavoip.

Siamo a disposizione per eventuali dubbi e/o chiarimenti.

Il file che hanno allegato è: Richiesta Spostamento numero vira-intratech-Eutelia VoIP.doc

Non vi resta che aprire un account con EuteliaVoip, compilare e firmare il modulo e inviarlo insieme al vostro documento d’identità. Il vostro numero di telefono verrà preso in carico da EuteliaVoip e potrete nuovamente ricevere ed effettuare chiamate!

Questo caso vale per chi aveva portato il proprio numero originario Telecom Italia con Vira ed è un eccezione rispetto ad una classica number portability visto che Eutelia già gestiva quel numero (Vira si appoggiava ad Eutelia per gestirlo). Può sembrare quindi una situazione molto limitata: non lo è!

Sono in molti a rivendere servizi acquistati da Eutelia. Se siete rimasti bloccati dopo la prima portabilità e scoprite che il vostro attuale gestore usa Eutelia per gestire il vostro numero allora contattate il servizio clienti EuteliaVoIP ( info@euteliavoip.com ) e fate la vostra richiesta

Non è certo la soluzione al problema della portabilità successiva visto che permette, in alcuni casi, il passaggio esclusivamente ad un gestore (EuteliaVoIP) ma è meglio di niente!

Da Vira a EuteliaVoip: seguiranno le istruzioni!

ottobre 30, 2007 • Alberto

Portabilità successivaBreve segnalazione: per chi era in attesa di sapere novità sulle numerazioni native Telecom Italia portate con il servizio di Number portability (portabilità del numero) verso Vira (Intratec, attualmente in liquidazione) ho buone notizie.

Il servizio clienti EuteliaVoip mi ha appena comunicato che è possibile!

Questa notte scriverò qualcosa di più approfondito compresa la procedura completa da seguire per salvare il proprio numero di telefono: attualmente pare che i numeri nativi Telecom Italia portati con Vira non ricevano più le telefonate dando segnale di occupato.

Restate in ascolto!

Portabilità successiva anche per i numeri fissi: un caso pratico

ottobre 3, 2007 • Alberto

Portabilità successivaLa mia piccola crociata per portare all’attenzione di tutti la questione della portabilità del numero di telefono fisso successiva alla prima non so se dia i suoi frutti ma spero di sì.

Nel frattempo come avrete notato ho tenuto sotto controllo le vicissitudini di Vira Intratec in Liquidazione anche perché sono direttamente interessato in quanto cliente con un numero di telefono VoIP portato da Telecom Italia.

Quando ho parlato della situazione della portabilità successiva non ho citato un caso particolare. Molti fornitori di fonia VoIP si appoggiano a Eutelia (in particolare ad EuteliaVoip, ex Skypho) per gestire la loro offerta e quindi, passare da uno di questi gestori a EuteliaVoip non è esattamente una portabilità successiva ma un mero passaggio commerciale da un rivenditore EuteliaVoip direttamente ad EuteliaVoip.

Forte del fatto che qualcuno c’è già riuscito e che volente o nolente qualche cambiamento dovrò farlo visto che Vira non potrà più gestire il mio numero di telefono ho provato a sentire direttamente EuteliaVoip. Ecco la prima risposta:

Gentile Cliente,

La ringraziamo per l’interesse rivolto ai servizi EuteliaVoip.

La presente per informarLa che abbiamo ricevuto la Sua e-mail di richiesta passaggio numerazione portata da  Telecom a Vira su numerazione EuteliaVoip.Le comunichiamo che riceverà, al più presto, Le informazioni richieste.

Cordiali saluti.

Staff EuteliaVoip

La risposta non è automatica, è arrivata un giorno dopo la mia email ed è scritta da un essere umano: la cosa fa ben sperare 🙂

Portabilità successiva anche per i numeri di telefono fissi: servirà per pagare meno le telefonate

settembre 5, 2007 • Alberto

Portabilità successivaLa portabilità del numero (number portabilty) permette di cambiare gestore telefonico mantenendo il proprio numero di telefono.

Tra alti e bassi, con più o meno rapidità, per i cellulari il fatto è acquisito: è possibile passare da un gestore ad un altro e proseguire in questi passaggi portandosi dietro il proprio numero.

Per il telefono fisso invece non funziona così. Tutti o quasi partiamo con una linea telefonica Telecom Italia e possiamo sfruttare la portabilità del numero per cambiare gestore ma quello che succede attualmente è che se vogliamo cambiare ancora (portabilità successiva) siamo fregati!

Si può solamente tornare da Telecom Italia (con annessi costi di riallaccio della linea) ma non si può sfruttare la portabilità del numero per passare ad un gestore terzo.

La portabilità vera, realmente operativa anche per i numeri fissi, aiuterebbe molto la concorrenza tra i gestori telefonici e quindi porterebbe ad avere offerte migliori sia sulla qualità che sul prezzo.

Nella delibera AGCOM n. 274/07/CONS in particolare al punto 72 (dove si citano altre due delibere) sembra che ci sia un obbligo ad implementare la portabilità successiva. Io non riesco ad interpretare quelle delibere: chissà se Daniele Minotti (avvocato e blogger) ha voglia di dargli un occhiata?

A parte le questioni legali, dove posso fare ben poco, vi invito a parlarne e a discutere di questo argomento in modo che tutti quanti i gestori di telefonia fissa si sentano pressati e si sbrighino a stipulare accordi reciproci di portabilità del numero fisso. Lo vedo che state ridendo sotto i baffi eh? Non possiamo fare altro che questo quindi facciamolo! Certo che se conoscete qualche persona influente e volete fare pressione potrebbe anche essere più efficace 😉

Per organizzare al meglio questo appello ho chiesto e ricevuto preziosi aiuti e consigli da Francesco (aka Napolux) che ringrazio.

Se anche voi volete aderire, parlatene e scrivetene: sarò felice di segnalarlo qui di seguito nel

Elenco di chi parla della “Portabilità successiva anche per i numeri fissi”