Vai al contenuto

Quando i soliti motori di ricerca non sono più accessibili esiste una seconda possibilità passando da rete TOR.

Per accedere alla rete TOR esistono diversi modi. Uno dei più rapidi e facili da usare, anche per chi non è particolarmente esperto, è il browser Brave che ha, oltre alla classica finestra anonima, anche una finestra anonima con TOR,

Quale che sia il sistema che usiate per collegarvi con TOR, una volta fatto, potete collegarvi a Torrentz2 a questo indirizzo onion e cercare quello che vi serve.

Anche lo storico motore di ricerca torrent ThePirateBay ha il suo indirizzo onion.

Nuovo indirizzo per il motore di ricerca torrent italiano Il Corsaro Nero

https://ilcorsaronero.link/

https://lagazzettadelcorsaro.com/

Il secondo link solitamente punta ad una pagina che contiene i link agli indirizzi alternativi nel caso il primo non funzionasse

Spesso è difficile trovare motori di ricerca torrent perché vengono chiusi per violazioni dei diritti d'autore quindi torna utile, quando se ne trova uno che funziona, segnalarlo.

Questo è un motore di ricerca torrent col quale si trovano ebook in italiano e anche altro

Corsaro.red

Magari tornerò ad aggiornare questo post per segnalarne altri o per aggiornare quelli che ho già segnalato.

La rete Torrent è decentralizzata dal punto di vista dei file da scaricare perché si basa sul principio del P2P: gli utenti scaricano e condividono tra pari.

Da questo punto di vista è praticamente impossibile bloccarla: bisognerebbe agire direttamente su tutti gli utenti che condividono e scaricano un file per bloccare la diffusione di quel file.

La ricerca invece non è così robusta perché è centralizzata. Il client Torrent Tribler invece ha la funzione di ricerca integrata all'interno ed è decentralizzata al pari del download e upload: in questa ottica si può dire che sia realmente e completamente decentralizzato e di conseguenza indistruttibile.

Ovviamente ci sono degli svantaggi (ricerca più lenta e meno file presenti) ma è un prezzo da pagare più che accettabile per una soluzione che non può essere chiusa o censurata con un colpo di click.

Questo client è in circolazione da più di un decennio ed è realizzato e mantenuto da una università olandese.

Il client ha una funzionalità base di anonimizzazione ma anche gli sviluppatori avvisano di non farci totale affidamento in quanto non ancora matura.

Che dire: buon lavoro!

Via TorrentFreak

Immagine via TorrentFreak

Il meta motore di ricerca Torrentz2 recentemente ha aggiunto come fonte Google dato che il più famoso motore di ricerca generalista indicizza gli hash di più di 80 milioni di torrent.

Che tramite Google si possano trovare torrent (anche con l'operatore filetype:torrent ) è cosa nota; come è noto che ultimamente sia diventato più difficile farlo in maniera semplice cercando direttamente la parola torrent. Quello che è più interessante è che indicizzi gli hash, che sono più efficaci come metodo di ricerca

Via TorrentFreak