Vai al contenuto

Disdire Telecom e vivere felici: mini guida per farlo.

Colpa di Telecom Italia?Se siete affascinati dall'idea di abbandonare Telecom Italia, disdire e smettere di pagare l'odiato canone ho pensato di riassumere quello che serve. In realtà è un mio lettore (Grazie Donato!) che me lo ha richiesto e quindi l'idea è merito suo 😉

Questa sarà una mini guida basata soprattutto link ad altre cose che ho già scritto.

I passaggi per smettere di ricevere fatture da Telecom Italia, a grandi linee, sono i seguenti:

  1. Dotarsi di una ADSL su cavo dati (con la quale pagherete in realtà quasi tutto il canone che volevate evitare).
  2. Aprire un account con un gestore VoIP che permetta la portabilità del numero.
  3. Testare la perfetta funzionalità della nuova linea VoIP (dotandosi dell'adeguato hardware)
  4. Richiedere la NP (Number Portability: portabilità del numero)
  5. Vivere felici 🙂

Ora i riferimenti e i dettagli per i punti sopra.

L'ADSL deve necessariamente essere di qualità elevata

altrimenti non avrete mai una fonia VoIP accettabile. Deve essere indipendente dalla linea telefonica e quindi deve essere su cavo dati oppure (meglio) interamente su rete di un gestore alternativo a Telecom Italia. In questo caso quasi sempre vi proporranno anche la fonia: basta che l'offerta sia priva di costi fissi (o con costi fissi tra fonia e ADSL sufficientemente bassi per la propria esigenza) in modo da potersi permettere di non usare la loro fonia (di solito più cara di soluzioni VoIP scelte in proprio).

Se invece la vostra tipologia di uso del telefono è perfetta per quello che vi offrono allora averete finito la ricerca e non avrete bisogno di altro.

Insieme alla linea c'è bisogno di hardware adeguato in modo da avere una ottima qualità delle chiamate VoIP.

A seconda dei casi (ADSL su cavo dati, ADSL in ULL, modem fornito dal ISP o no) le soluzione hardware da adottare saranno di diverso tipo... a questo mondo non c'è nulla di facile eh?

L'account VoIP da scegliere è importante: ce ne sono di ogni tipo. Addirittura alcuni permettono di chiamare quasi gratis a scapito della qualità della voce. Io, attualmente, uso e consiglio EuteliaVoIP. Non mi sponsorizzano per dirlo (nel caso voleste farlo, cari amici di Eutelia, sapere dove trovarmi 🙂 ), semplicemente mi trovo bene.

Se volete fare questo grande passo dovete conoscere i vantaggi che il VoIP vi potrà dare ma essere consapevoli che non necessariamente, per la vostra tipologia di uso del telefono e della connessione ad internet, questo comporti necessariamente un risparmio economico.

Tenete presente anche che la situazione attuale sulla portabilità del numero ha dei difetti non da poco: la portabilità successiva alla prima del proprio numero di telefono è praticamente impossibile.

8 pensieri su “Disdire Telecom e vivere felici: mini guida per farlo.

  1. Marco Cattaneo

    Da tenere presente l'offerta F5 Mini di NGI: penalizza il p2p, ma offre una linea da 7 mbit a 16 euro al mese, con QoS (che aiuta molto il Voip!).
    Sono in attesa che mi venga attivata, su cavo senza fonia.

  2. Alberto

    Ho visto il tuo twit al riguardo e sono in trepidante attesa: fammi sapere come funziona con il VoIP.
    Io credo che andrà ottimamente.
    Hai intenzione di usare EuteliaVoIP o Squillo?

  3. Alberto

    @Giorgio: effettivamente la tua è una configurazione non tra le più convenienti economicamente ma indubbiamente molto buona dal punto di vista della qualità.
    NGI vende connettività affidabile (e ovviamente l'affidabilità ha un costo) e EuteliaVoip è tra i migliori in circolazione come qualità e come rapporto qualità prezzo: ne esistono di più economici ma a scapito di un calo netto della qualità.

    P.S. prego 😉

  4. TEO_NEWS

    Ciao Alberto, un saluto veloce quando posso te lo faccio sempre molto volentieri. Ti aspetto da me per novità importanti per noi blogger e non solo. Ciao

  5. DANIELE

    Ciao, Alberto,
    ti espongo la mia situazione per chiaderti qualche consiglio.
    La mia linea tel. è raggiunta solo da Telecom e (chissà perchè) da Teletu. O almeno così mi dicono quando mi telefonano per tentare di convincermi a diventare loro cliente.
    Adesso ho ALICE TUTTO INCLUSO (telefono rtg e adsl flat h 24 fino a 7mb/s, aladino voip con numero aggiuntivo).
    Problemi: costa carissima (50 euro/mese) e naviga lentissima (a volte anche sotto 1mb/s !).
    Casa mia è su tre piani, quindi ho 3 cordless con base e prese su ogni piano, ma l'adsl (modem/router adsl 2+ con 3 porte ethernet, di cui 2 occupate da pc e aladino) è soltanto all'ultimo piano, dove arriva il doppino Telecom. Ho anche allarme collegato alla linea telefonica rtg.
    Teletu dice che anche loro possono dare telefonia rtg, come Telecom. Tutti gli altri operaratori (più economici), invece, danno solo telefonia in VOIP, se acquistata insieme all'adsl.
    Visti i problemi con Alice, vorrei cambiare operatore (fra poco scade l'anno di durata e non è più dovuta la penale di 48 euro per il recesso).
    Per poter mantenere telefonia rtg, o resto con Telecom o vado con Teletu oppure sottoscrivo due offerte seperate, una per telefono ed una per adsl.
    Mi consiglieresti di fare solo adsl con altro operatore ? In tal caso, come potrei fare per telefonare in VOIP ?
    Grazie mille.

  6. Alberto

    @Daniele, la tua è una situazione abbastanza complessa: invece che risponderti qui farò un post nuovo cercando di spiegare alcuni punti importanti.
    Credo che sarà utile anche ad altri perché molti dei problemi che lamenti sono, purtroppo, comuni.

    Non so quando riuscirò a scriverlo ma ti prometto che ce la farò 😉

Cosa ne pensi? Scrivi un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.