Vai al contenuto

Ricordatevi di fare il backup dei vostri dati e di farlo regolarmente.

Come tutti sanno "i backup non servono a nulla" e difatti è così ma solo fino a quanto non ti accorgi che hai perso dei dati. In quel momento ti rendi conto che, se avessi fatto regolarmente il backup, ora potresti recuperali.

Detta così aiuta poco perché l'argomento è veramente ampio ma conto di sviscerarlo per bene trattando tutti gli aspetti. Tanto per capirci: quali dati backuppare, quando backupparli, con che strumento backupparli, dove conservare i backup, in quante copie conservare i backup, per quanto tempo conservare i backup e forse anche altro.

Per iniziare vale il suggerimento del titolo: quale che siano i vostri dati salvatene subito una copia, fatelo regolarmente e possibilmente su un supporto diverso da quello dove risiedono: i dati sono su un computer? Salvate una copia su una chiavetta usb o su un dvd.

Si tratta solo di una indicazione rapida e per nulla completa ma è meglio di nulla: per il resto seguiranno altre interessanti informazioni.

2

Sto provando Memopal: un sistema di bakup online molto interessante.

Memopal

Si tratta di un applicazione che si occupa di tenere costantemente aggiornato un backup dei vostri dati.

Detta così sembra una cosa da poco; in realtà fa molto di più.

I dati li tiene costantemente aggiornati ma puoi sempre recuperare sia quello che hai cancellato (accidentalmente) che anche una versione precedente di un file che hai modificato.

Potrei produrmi in un esauriente elenco, scrivendo magari anche che non è un applicativo che va solo su Windows ma anche su Mac, GNU/Linux e può anche essere usato su alcuni smartphone, ma non mi dilungherò.

Il motivo per il quale ve lo segnalo che sono stati gli amici di DiRete a farmelo scoprire. se lo acquistate da loro avrete una marcia in più: vi forniranno aiuto per installarlo e settarlo al meglio e vi coccoleranno come sono soliti fare con i loro clienti 😉

2

GmailIl backup è una pratica fondamentale ma scomoda.

Per ovviare all'inconveniente della scomodità ho pensato di sfruttare alcune nuove potenzialità di Gmail: la recente introduzione del supporto a IMAP ci permette di avere contemporaneamente le nostre e-mail sul nostro computer e su un sever di Google.

Con pochi passaggi è anche possibile utilizzare questo sistema anche per le vecchie e-mail e il bello è che, una volta avviato, il sistema funziona praticamente da solo mantenendo allineati i dati!

Tutto questo lo spiego dettagliatamente nel post Gmail come email backup e altri vantaggi che ho scritto per DynamicK: leggetevelo 😉