Vai al contenuto

Il P2P per scaricare musica: cambiate prospettiva!

Pirata musicaleLa battaglia contro la "pirateria" brutta e cattiva che grazie al P2P provocherebbe danni impressionanti agli artisti e alla cultura (sul serio? non è che li procura ai grandi intermediatori invece?) continua senza tregua.

Il mio punto di vista è che alcuni settori, in particolar modo quello della musica, sono destinati a cambiamenti che, definire radicali, è dir poco.

Il Quinta scrive

:

I tool sociali  saranno sufficienti a promuovere giovani talenti consentendo loro, con altre modalita' rispetto alla vendita di CD "di una volta", di guadagnarsi da vivere almeno alla pari o meglio di un idraulico (fintanto che esercitano) ?

e dice giustamente anche:

ragionevolmente non potrà esistere più un artista che guadagni quanto ha guadagnato Michael Jackson, ma nemmeno "prodotti" patinati spinti grazie a marketing deciso centralmente da esperti.

Questi sono cambiamenti inevitabili come è inevitabile che il P2P non possa essere fermato: è nella natura stessa della rete il fatto che non si possa bloccare proprio nulla.

Ovviamente le major e tutti gli altri intermediari del settore musicale (per non parlare di istituzioni assurde come la SIAE per come è strutturata oggi) sono destinati ad estinguersi ma continueranno a lottare per sopravvivere.

Secondo voi è questo il futuro della musica o pensate che sarà diverso?

(Image credit: unknown. Do you know it?)

6 pensieri su “Il P2P per scaricare musica: cambiate prospettiva!

  1. MaiDireBlog

    Non fanno piu da un pezzo canzoni decenti e danno la colpa alla pirateria.. La pirateria cè sempre stata anche dai tempi delle MC

  2. Alberto

    O cambiano di loro spontanea volontà cercando di trarne benefici oppure si estingueranno: nascondere la testa sotto la sabbia pensando che gli va bene così non è una soluzione ma è solo un non voler vedere la realtà!

  3. Adsl Veloce

    E' passato un anno è ancora niente è cambiato... io so solo che non è il p2p a creare problemi quanto la qualità della musica.
    Oggi grazie ad internet e alla diffusione di tanti strumenti chiunque volendo potrebbe autoprodursi un album e venderlo online a prezzi molto più bassi. Manca solo la volontà di farlo.
    Stefab

Cosa ne pensi? Scrivi un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.