Vai al contenuto

WiMax, bando di gara: si tratta di un oca che si gratta

Si tratta solo dell'inizio della procedura di gara (che sarebbe già dovuta partire da mesi)

Si tratta solo di frequenze non dissimili da quelle Hiperlan2 (che usa Eolo) per caratteristiche: praticamente devi vedere l'antenna.

Si tratta di soldi, tanti: Hiperlan2 invece è con frequenze liberalizzate quindi niente soldi per concessioni.

Si tratta di 3 operatori per macroregioni dei quali 2 possono anche essere assegnatari di licence UMTS e quindi questi due faranno di tutto per non usare WiMax in modo da non farsi concorrenza sul UMTS dove hanno investito cifre folli

Si tratta di gara quindi il povero terzo incomodo si ritroverà a pagare cara la concessione e quindi anche se poi riuscisse a mettere in piedi qualcosa temo non sarà competitivo rispetto a Hiperlan2

Unisci i puntini e cosa scopri: si tratta si tratta di un oca che si gratta!
Il WiMax, quantomeno questo primo lotto di frequenze, sarà una fregatura e già lo dicevo il 20 Febbraio di questo anno  

 
Non ho resistito e l'ho messo qua: in realtà questo è un mio post di risposta ad una domanda fatta sul forum di NGI sezione Eolo 😉

7 thoughts on “WiMax, bando di gara: si tratta di un oca che si gratta

  1. Alberto

    Mi sono solo un po' intristito per la sorte del WiMax ma poi, leggendo quello che ho scritto di getto sul forum mi è venuto da ridere e quindi l'ho condiviso anche qui sul blog.
    In realtà mi hai fatto un favore: mi hai dato occasione di parlare nuovamente del WiMax 😉

  2. Alberto

    Questo è quanto ci tocca vedere theo: magari continuando a mettercela tutta qualcosina potremo anche cambiarla. Forse.

  3. salpetti

    Il WiMax è, secondo me, la chiave per un accesso globale e aperto a Internet, ovvero un importante strumento a servizio della democraza. L’Italia è già arrivata tardi, ora rischia di trasformare questa occasione nel solito “affare all’italiana” in cui a spartirsi i benefici sono in pochi a discapito dei cittadini.
    Insomma, speriamo che non avvenga che “tutto cambia per non far cambiare nulla”.

    salpetti.wordpress.com

  4. Alberto

    @salpetti: purtroppo per questo giro andrà come da peggiori previsioni.
    L'unica cosa che mi consola è che si tratta di frequenze di scarso valore.
    Quelle buone (che passano attraverso i muri) arriveranno dopo ed è su quelle che bisogna tenere gli occhi puntati!

  5. Pingback: AlBlog : Alberto Blog! Connettività , VoIP, P2P e… » La gara per WiMax traballa e forse io sono contento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *