Vai al contenuto

L’ISTAT è Creative Commons

wwwistat

L'ISTAT adotta le licenze Creative Commons

per i contenuti del suo sito e io ne sono molto felice: un po' alla volta le licenze Creative Commons crescono andando a soppiantare le vecchie licenze classiche che sono ormai fuori dal tempo.

(Via Alfonso Fuggetta)

2 thoughts on “L’ISTAT è Creative Commons

  1. Adsl Veloce

    Già... strano che anche l'Istat abbia avuto un'idea intelligente per rimanere al passo con i tempi. Segno che qualcosa si stia muovendo anche all'interno di questi apparati macchinosi dello stato?
    Stefab

Cosa ne pensi? Scrivi un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.